Isole ecologiche: comitati "confederati" per cercare soluzioni

Scritto da Comitato Selva Candida on . Postato in DECORO URBANO - VERDE PUBBLICO

 

Alle 18.30 eravamo lì, nell’auditorium di Auxilium, ospiti di questo eccellente centro di cultura.

Siamo stati accolti, per il Municipio XIV dall’Assessora e Vice Presidente Valeria Pulieri e dal Consigliere Paolo De Laurentiis e, per AMA, dai signori Claudio Gaspari e Cesare Feliciotti.

Ulteriori due rappresentanti di AMA sono arrivati soltanto alle 19.30.

Prima di riassumere quanto emerso dall’Assemblea, è necessario constatare l’esigua presenza dei cittadini, inconsistente rispetto ad un argomento così importante {parlandone il giorno dopo con un cittadino, questi ha rimproverato il Comitato, pensando che l’Assemblea fosse stata indetta da quest’ultimo, per la mancata comunicazione a mezzo manifesti}.

Il Municipio ha esordito citando le cinque aree previste dal “documento Tronca”, tra cui Giardini di Ottavia, Vie Grezzago/Nosate e Via Riserva Grande, mentre AMA ha confermato di avere ancora tali evidenze, pur restando in attesa di conferma da parte del Municipio e del Comune.

Subito il Comitato Selva Candida ha fatto osservare che il sito compreso fra le vie Grezzago e Nosate era stato destinato, ben prima del “documento Tronca”, alla realizzazione di una piazza, importante elemento di aggregazione per tutti i cittadini di Selva Candida e strade confluenti.

Ha poi preso la parola Giuseppe Strazzera, che ha fatto riflettere sul fatto che la destinazione di tutte le aree selezionate dal Commissario Tronca non contempla la possibilità di inserire un’isola ecologica

L’Assessora Pulieri ha pertanto chiesto che i Comitati ed i cittadini forniscano proposte. Il Comitato Selva Candida, giustamente, ha preteso che anche il Municipio faccia le sue ricerche e le sue proposte. 

Nel post-Assemblea, i sentimenti sono stati diversi, andando da chi ha visto con entusiasmo la richiesta del Municipio ai cittadini di proporre luoghi alternativi a chi, invece, considera tale richiesta come un mero scaricabarile. Di fatto, cinque comitati si sono immediatamente “confederati” per approfondire il tema con competenza ed addivenire alle proposte: il nostro, Futuro Ponderano, Valle Santa, Oasi Riserva Grande e NARNO. Ci siamo dati fino a fine mese perché ogni comitato raccolga le idee e ci si riunisca nei primi giorni di aprile per discuterle per poi presentarle al Municipio XIV.

A questo punto invitiamo i cittadini a collegarsi con il video dell’Assemblea (questo l’indirizzo: https://youtu.be/-QYaQ4VgS6c). Qualsiasi commento, suggerimento ed indicazione è benvenuto. 

Passaggio pedonale Via Nosate-Via Ponderano

Scritto da Ida on . Postato in DECORO URBANO - VERDE PUBBLICO

16-22 settembre 2016 SETTIMANA EUROPEA DELLA MOBILITA'

La proposta del Comitato Selva Candida e del Comitato Futuro Ponderano al Municipio XIV

Passaggio pedonale...

L'area Grezzago-via Nosate e l'area via Ponderano-Cremolino nel quartiere Selva Candida ospitano due grandi comprensori abitativi e importanti servizi per la collettività: da una parte un bar, un ristorante e un centro salute con farmacia e studi medici e dall'altra il capolinea del 998, un negozio di alimentari e l'università Auxilium con all'interno una cappella nella quale ogni domenica viene celebrata la Santa Messa aperta ai residenti.

Le due aree sono incredibilmente vicine ma paradossalmente per accedere ai vari servizi è necessario prendere la macchina, immettersi su via di Selva Candida e percorrere circa 330.

Eppure a dividere le due aree è fisicamente solo un terreno che sappiamo di proprietà del Comune di Roma.
Realizzare un percorso pedonale lungo 150 metri, anche provvisorio, garantirebbe una quotidianità più dignitosa a migliaia di persone.

Il Comitato Selva Candida e il Comitato Futuro Ponderano chiedono questa piccola opera da tanti anni ormai e ci riproviamo anche con la nuova amministrazione.

In occasione della prossima Settimana europea della mobilità, in programma dal 16 al 22 settembre, che ha come slogan “Smart mobility. Strong economy” e come temi pedonalità, ciclabilità, mobilità elettrica e condivisa, con questo passaggio pedonale si renderebbe un servizio concreto alla mobilità nel quartiere!

 

Il Parco di Riserva Grande è in arrivo!

Scritto da Carmela Buonomo e Luigi Cattivelli on . Postato in DECORO URBANO - VERDE PUBBLICO

Avviso pubblico manifestazione d'interesse per l'adozione dell'area verde di Via della Riserva Grande

Termine per la presentazione della manifestazione di interesse 30 marzo ore 12.00

Il Parco di Riserva Grande è in arrivo!

In data 29 febbraio 2016 è stato pubblicato l’avviso pubblico per manifestazione d’interesse per l’adozione dell’area verde di Via Riserva Grande.

Si tratta, come preannunciato dalle Istituzioni nell’incontro del 31 ottobre scorso, della prima aera del parco che verrà aperta al pubblico (l’area è individuata come FASE I nella planimetria pubblicata).

L’avviso è rivolto a Organismi, Enti, Associazioni, Comitati Cittadini o Persone Fisiche che abbiano interesse alla manutenzione dell’area a titolo gratuito e per finalità esclusivamente no-profit. L’affidamento è per un periodo di due anni rinnovabile per altri due.

All’affidatario è richiesto di provvedere alla guardiania e custodia del parco (obblighi elencati nel disciplinare) ma anche di porre in essere attività di “custodia attiva” ovvero di promozione dell’area presso la cittadinanza attraverso l’organizzazione di almeno un evento stagionale di carattere ludico sportivo o culturale che deve ricevere di volta in volta l’approvazione dell’Amministrazione.

Statistiche sito

Utenti registrati
87
Articoli
288
Web Links
53