Area via Grezzago: emergenza sanitaria

Scritto da Comitato Selva Candida on . Postato in DECORO URBANO - VERDE PUBBLICO

Inviato esposto alla ASL e alle Autorità competenti con posta certificata

area via grezzago: emergenza sanitaria

Enrico Di Rosa
DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE - U.O.C. Servizio Igiene e Sanità Pubblica
Piazza S. Maria Della Pietà, 5 Padiglione 90 – Roma  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Daniele Gamberale
DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE
Via Fornovo, 12 – Roma   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lorenzo Botta
POLIZIA ROMA CAPITALE
U.O. Gruppo Sicurezza Pubblica ed Emergenziale - Sezione emergenza sociale e ambientale - Reparto tutela ambientale e urbanistica  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Via V. Bonifati. 93/95 – Roma  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

E p.c.
Alfredo Campagna
Presidente del Municipio XIV  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Diego Porta
Comandante generale del Corpo di Polizia di Roma Capitale
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Dip. Tutela Ambientale
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 ******************

Il Comitato Selva Candida, con sede in via Nosate 64, Roma, codice fiscale 97792460582, nella persona del Presidente Luigi Cattivelli, nato a -----il ----, residente in Roma (RM) via ----, telefono cellulare -----, e-mail  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ,con la presente intende denunciare alle Autorità una situazione di Rischio Igienico Sanitario e reato di abbandono di rifiuti (D.lgs 152/2006 s.m.i) da parte di ignoti.

 

ESPONE QUANTO SEGUE

La situazione in premessa si è sviluppata nell’area che si affaccia su Via di Selva Candida all’altezza del n.ro civico 380 e confinante con le vie: Grezzago e Nosate (Vedi: Pec 2017_06_12 con posizionamento ed evidenza delle particelle catastali – proprietà del Comune di Roma).

Tale sito si inserisce in un contesto residenziale e di passaggio pedonale per le diverse attività che gli ruotano intorno: fermata linea autobus 904, fermata Scuolabus, Studi medici di base (pediatri, medicina specialistica), farmacia, ristoranti.

L’area è limitata da marciapiedi, da un lato completamente impraticabili, di percorrenza obbligata per raggiungere i servizi elencati. Al suo interno l’area è invasa da alta vegetazione spontanea che ha prodotto condizioni più che favorevoli per l’abbandono di rifiuti.

Il materiale abbandonato, di natura ingombrante e non, è in continuo aumento e si notano con particolare sospetto molti sacchi di colore nero (Allegate foto); percorrendo alcuni tratti dei marciapiedi si sono riscontrati odori molesti. I rifiuti alimentano la presenza di animali selvatici e randagi. Si sottolinea perciò l’aumento del rischio nel percorrere i suddetti marciapiedi

SOTTOLINEA

La situazione dell’area è già stata posta ripetutamente all’attenzione delle Istituzioni durante il periodo estivo, sottolineando il rischio incendi (Allegate Pec).

CHIEDE

1.     Il ripristino delle condizioni di salubrità e legalità dell’area, nonché del civile decoro, anche con l’adozione di strumenti di controllo.

2.     Di essere informati delle valutazioni che scaturiranno dal presente esposto e delle soluzioni che saranno adottate.

 

Roma, 11 dicembre 2017

Distinti Saluti

Luigi Cattivelli
Comitato Selva Candida 
Presidente 

Piazza Grezzago

Scritto da Comitato Selva Candida on . Postato in DECORO URBANO - VERDE PUBBLICO

 UN PROGETTO E LA REALTÀ

Piazza Grezzago si affaccia su Via di Selva Candida, è un’area che si inserisce in un contesto residenziale; intorno vi ruotano attività commerciali, servizi sanitari, di trasporto pubblico, di ristorazione.

Su di essa è in cammino l’iter per la realizzazione di una piazza che andrebbe a definirla come area e a legarla a questo contesto costruito; rappresenterebbe un respiro per via di Selva Candida, una centralità in una via così complessa.

È un assioma che, ogni opera che permette l’utilizzo civile di un luogo è un bene per i cittadini e un successo per chi amministra il processo; quindi ci auguriamo che l’iter iniziato si acceleri affiché a questo lembo di terra sia dato il proprio ruolo. 

MA OGGI COS’È QUEST’AREA?

Oggi Piazza Grezzago è un fazzoletto di terra invaso da arbusti alti e canneti dove il “degrado umano” si manifesta in una delle sue tante forme: l’abbandono di rifiuti ingombranti e non. 

Numerose volte e in numerose sedi il Comitato Selva Candida ha segnalato tale stato. 

Molte sono state le richieste di intervento ad Ama che puntualmente ha rimosso i cumuli di rifiuti e che costantemente continuano ad essere abbandonati ai bordi dell’area.

È evidente, e bene il fenomeno è conosciuto da chi si occupa di sociologia urbana, che, dove esiste “degrado urbano” il “degrado umano” emerge e si educa in forme più pericolose; nella nostra  “Piazza” altri rifiuti vengono, in maniera strategica, allocati all’interno dell’area, nascosti dai canneti e dalla vegetazione ormai alti.

Innumerevoli volte è stato chiesto dal Comitato lo sfalcio ordinario che ogni anno veniva regolarmente eseguito; a nulla sono valse la segnalazione al Prefetto di quest’estate per il grave rischio incendio e la comunicazione di quest’ultimo al Dipartimento Ambiente.

La mancanza di interventi ordinari (il semplice sfalcio) ha portato l’area in condizioni non tollerabili; dei rifiuti nascosti all’interno se ne ignora la pericolosità; esiste reato di abbandono di rifiuti, danno ambientale ma a questo punto le responsabilità di chi sono?

Intanto i bambini la mattina aspettano lo scuolabus ai bordi di “Piazza Grezzago” e camminare sui marciapiedi che la costeggiano per andare dal medico incute qualche timore.

Guarda le foto...

 

Allegati:
Scarica questo file (FotoAreaGrezzago_ottobre2017.pdf)FotoAreaGrezzago_ottobre2017.pdf[ ]6075 kB

Selva Candida: rifiuti e pulizia

Scritto da Comitato Selva Candida on . Postato in DECORO URBANO - VERDE PUBBLICO

Il giorno 19 ottobre scorso il Presidente del Comitato Selva Candida ha incontrato l’Assessore Valeria Pulieri del nostro Municipio XIV, presente anche il signor Feliciotti di AMA.

 Segue una breve sintesi degli argomenti trattati. 

Selva Candida: rifiuti e puliziaVia Grezzago. La via Grezzago è uno dei luoghi più critici del nostro circondario per l’abbandono dei rifiuti, insieme con via Calliano ed il parcheggio di via Calò. L’abbandono in via Grezzago, vuoi alle spalle della fermata ATAC “E Rosso”, vuoi lungo il lato dei civici 12 e 2, è favorito dalla folta sterpaglia che ricopre tutta l’area verde ed il marciapiede giungendo ad ingombrare la carreggiata. In parole povere, l’area verde compresa fra le vie Grezzago, Nosate e Selva Candida è una vera e propria discarica.

A parte la solita e periodica richiesta di intervento di raccolta straordinaria, il Comitato ha rinnovato la domanda di installazione di telecamere di sorveglianza. A questo proposito l’Assessore Pulieri ha informato che il Comune sta approntando un regolamento da porre all’approvazione dell’Assemblea Capitolina. Tale regolamento dovrà recepire le modifiche alla legge sulla “privacy” in discussione al Parlamento. Speriamo che la “privacy” cessi di essere il solito alibi per negare interventi per il controllo dei cattivi comportamenti.

Sempre in relazione a via Grezzago, il Comitato ha segnalato il parziale intervento di diserbo dei marciapiedi eseguito qualche tempo fa da Roma Multiservizi, che ha ripulito il tratto di via Nosate da via Selva Candida alla Farmacia, tralasciando il resto di via Nosate e tutta via Grezzago.

Statistiche sito

Utenti registrati
87
Articoli
243
Web Links
53