Attività svolte e Prospettive per il futuro

on . Postato in 28aprile2018-AssembleaSoci

Il giorno 28 aprile scorso si è tenuta l’Assemblea annuale dei Soci del Comitato Selva Candida.

Riteniamo opportuno comunicare a chi ci segue gli argomenti esposti (“Sintesi delle attività svolte” e “Prospettive per il futuro”), nello spirito della trasparenza dell’informazione che desideriamo continuare a tenere alta.

Infatti l’Assemblea ha voluto approfondire le modalità di comunicazione del Comitato (che dispone di un proprio sito internet e di una pagina Facebook a cui accedono i cittadini che vogliono seguire le attività del Comitato) valutando da un lato la necessità di comunicare sempre e costantemente tutto ciò che si fa e/o che si apprende e dall’altro il rischio dell’eccesso di comunicazione (sovraesposizione mediatica). Ci si è rifatti, dunque, alla considerazione del ruolo che il Comitato ha assunto nel territorio:

·       - Identificare e seguire gli elementi necessari alla qualità della vita nel quartiere

·       Perseguire una “visione alta della politica”, che prescinde dalle logiche di partito e persegue l’amore per la “polis”, cioè l’amore per l’ambiente e per le persone che lo abitano

·       - Rendere evidenti le responsabilità di chi è stato chiamato per “essere responsabile”.

concludendo che per svolgere tale ruolo la comunicazione è strumento essenziale.

Si è concordato perciò di identificare uno strumento di informazione periodica on line che alleggerisca la quantità della comunicazione e contemporaneamente concentri l’attenzione sull’essenziale.

 Veniamo ora a quanto illustrato dai relatori:

 

 SINTESI DELLE ATTIVITA' SVOLTE NELL'ANNO

Durante il primo triennio di vita del Comitato (2014/2017) abbiamo caratterizzato la nostra attività soprattutto con un confronto pubblico diretto con l’Amministrazione in carica (Assemblee in primis). Alla fine del terzo anno di attività e prima dell’Assemblea dei Soci del 2017, si è scelto di ascoltare direttamente i soci e quanti in questi anni ci hanno seguito, diffondendo un sondaggio, dal quale sono emerse quattro tipologie di priorità:

1.       La prima attinente alla “vivibilità del quartiere” e che faceva riferimento a: Decoro Urbano; Trasporto pubblico; Scuole; Apertura Parco Riserva Grande; Realizzazione di Piazza Grezzago, con la richiesta di occuparsi anche della sicurezza di via Selva Candida (comprese le fermate ATAC) insieme alla richiesta di chiedere nuovi sbocchi verso il centro città con linee di collegamento veloci del trasporto pubblico.

2.       La seconda legata ad “attività ludiche e comunitarie”

3.       La terza si riferiva ad “attività culturali” e faceva rifermento in particolare alla promozione di attività per la conoscenza del quartiere Selva Candida.

4.       La quarta sulla necessità di “acquisizione pubblica del parco di via Nosate”.

 

Seguendo questa traccia nell’anno 2017 possiamo riassumere quanto segue.

 

Tipologia 1 – vivibilità del quartiere

Decoro urbano:

1.     Durante tutto il 2017 sono state inviate numerose segnalazioni ad AMA e al Municipio XIV per denunciare situazioni di grave degrado ambientale, insieme ad una Pec al Prefetto di Roma (il 12 luglio), dopo tre lettere al Municipio XIV e alla Polizia municipale rimaste senza risposta.

2.     Il 20 maggio abbiamo promosso una giornata di pulizia di quella che sarà Piazza Grezzago.

3.     Il 10 aprile, accogliendo l’invito del Municipio XIV e di AMA, il Comitato Selva Candida insieme ai Comitati NARNO, Oasi di Riserva Grande e Valle Santa, ha elaborato e inviato un documento per l’individuazione di aree di proprietà del Comune ed accessibili da strada pubblica presenti nel nostro quadrante affinché le Istituzioni potessero valutare siti potenzialmente idonei alla realizzazione di isole ecologiche.

4.     Il 12 dicembre abbiamo presentato un esposto alla Asl e alle autorità competenti sull’emergenza sanitaria dell’Area verde Grezzago.

 

Trasporto pubblico e sicurezza:

1.     Il 2 dicembre 2017, dopo nostre lettere del 22 settembre 2014, 23 giugno 2014, del 5 ottobre 2015, del 5 gennaio 2016, del 5 giugno 2017 e un sopralluogo avvenuto il 9 settembre su via di Selva Candida con responsabili del Municipio XIV e della Polizia Municipale, che non hanno avuto esisti concreti, abbiamo inviato al Gabinetto della Sindaca e per conoscenza ad altre istituzioni un esposto sulla pericolosità di via di Selva Candida.

2.     Il 31 dicembre 2017 insieme ai Comitati NARNO e Futuro Ponderano abbiamo inviato sulla piattaforma di Roma Capitale del PUMS (Piano Urbano di Mobilità Sostenibile) la proposta per l’istituzione di una linea 904 Express che ha ricevuto 82 preferenze. La proposta si è posizionata intorno al 50° posto tra le 2600 arrivate sulla piattaforma.

 

Piazza Grezzago

1.     Dopo la notizia che il Dipartimento PAU (Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica di Roma Capitale), avendo acquisito il progetto della Piazza realizzato dall’ACRU Nuova Periferia, ha inviato al Consiglio del Municipio XIV una lettera il 23 ottobre 2017 per chiedere le valutazioni sull’opera, il Comitato ha più volte sollecitato il Municipio affinché il tema fosse trattato in Consiglio. Ad oggi tuttavia non ci sono aggiornamenti.

 

 

Tipologia 2 – attività ludiche e comunitarie

1.     Dal mese di maggio al mese di settembre abbiamo promosso una raccolta fondi per l’acquisto della Statua di San Pio di Pietralcina. Attraverso questa raccolta fondi, i Cittadini ed il Comitato hanno donato la statua alla Parrocchia di Selva Candida della Natività di Maria Santissima

2.     Il 7 ottobre presso il mercato di Selva Candida sono state distribuite le mele per l’AISM

3.     Il 22 ottobre si è svolta la seconda edizione di Libri & Torte con il coinvolgimento di altre associazioni: Legambiente, Libreria Quante Storie, Associazione Linearmente e Centro Anziani via Morsasco.

Purtroppo le condizioni climatiche non sono state favorevoli alla partecipazione. Resta a ricordo di questa seconda edizione un Pinocchio di legno posizionato nell’area verde di via Nosate.

4.     Il 10 dicembre abbiamo addobbato insieme l’Albero di Natale nella Piazzetta di via Nosate.

 

 

Tipologia 3 – “attività culturali”

1.     Il 21 aprile il Comitato Selva Candida ha ricevuto un riconoscimento dal Roma Best Practices Awards per il lavoro svolto, risultando tra i finalisti del concorso che ha premiato le migliori idee e progetti per la città. Il progetto presentato era quello del Bookcrossing e di Libri&Torte.

 

Tipologia 4 - “acquisizione pubblica del Parco di via Nosate”

1.     Il 14 marzo 2017 si è tenuta una Commissione ambiente “Itinerante” del Municipio XIV presieduta da Paolo De Laurentiis. In quell’occasione l’allora vice-presidente del Comitato illustrò tutto quanto attinente l’area di via Nosate.

 

2.     Durante un colloquio avuto il 5 giugno 2017 con l’allora vice-presidente del Municipio XIV dott.ssa Pulieri abbiamo appreso che il tema “acquisizione aree verdi da costruttori a Comune di Roma” interessa molti casi nel nostro Municipio e che per risolvere la questione in maniera univoca era in preparazione un elenco di queste aree verdi. Dell’area di Via Nosate tuttavia la vice-presidente non aveva traccia e il Comitato ha provveduto ad inviarle tutte le informazioni in merito. Ci disse che presumibilmente entro settembre 2017 dovevano chiudere il censimento. Ad oggi non abbiamo notizie.

 

Capitolo straordinario, infine, quello legato al Piano di Recupero Urbano di iniziativa privata “Selva Candida”.

Il Comitato Selva Candida ha offerto al Comune di Roma, in occasione dell’avvio del processo partecipativo, insieme al Comitato NARNO e al Comitato Oasi di Riserva Grande, un documento per la riflessione sui vari temi che stanno a cuore alla cittadinanza di questo quadrante e intrinsecamente collegati a questo piano di recupero urbano.

 

Il progetto, più conosciuto come “Progetto CMB” -  a cui è legata la realizzazione di alcune arterie stradali vitali per l’area come il raddoppio di una parte di via di Selva Candida, la bretella di collegamento via di Selva Candida e via Casal del Marmo, la ristrutturazione e ampliamento di via di Casorezzo, oltre alla messa in sicurezza di una parte dell’attuale via di Selva Candida - rappresenta l’ultima speranza per questa zona e il Comitato Selva Candida, in occasione dell’avvio del Processo Partecipativo sul progetto, ha svolto una campagna di informazione rivolta ai cittadini attraverso il proprio sito www.comitatoselvacandida.it  con numerosi articoli e la propria pagina Facebook, molto seguita nella zona.

Oltre a promuovere la partecipazione della cittadinanza agli incontri organizzati dal Comune di Roma (25 luglio 2017 e 23 gennaio 2018) il Comitato ha seguito da vicino i lavori del processo partecipativo, offrendo attraverso i propri social media anche la trascrizione dei vari interventi, delle Istituzioni e dei cittadini.

 

Tale attività è stata oggetto di riconoscimento quest’anno da parte del Roma Best Practices Award.

 

PROSPETTIVE PER IL FUTURO

 

In relazione alle attività per l’anno 2018/2019, si è sottolineata l’opportunità di continuare nel positivo sviluppo di collaborazione con alcune Associazioni di zona, come NARNO, il Comitato Valle Santa e Oasi di Riserva Grande, collaborazione che per molti aspetti ha rafforzato l’immagine complessiva dei cittadini del Quadrante ed ha ottenuto maggiore attenzione da parte delle Istituzioni.

 

Vivibilità del quartiere

Decoro urbano: continua certamente l’attività di sorveglianza per la vicenda delle Isole Ecologiche. Ci siamo invece resi conto che le segnalazioni ad AMA, ASL e altre Istituzioni che dovrebbero farsi carico dell’ambiente sono state inefficaci. Dovremo trovare modalità diverse.

Trasporto pubblico e sicurezza: insisteremo ad oltranza sul tema della sicurezza di via Selva Candida. Per la mobilità (904 express), attendiamo gli sviluppi del PUMS.

Anche per Piazza Grezzago occorre continuare ad insistere, eventualmente cercando ulteriori strade per ottenere ascolto.

Non dobbiamo dimenticare che i vari esponenti delle Istituzioni considerano che la soluzione per la sicurezza di via Selva Candida (o almeno di una parte di essa) sarà la conseguenza della realizzazione del Piano di Recupero Urbano di iniziativa privata “Selva Candida”, meglio conosciuto come “Progetto CMB”. Progetto che, nella migliore delle ipotesi, ci metterà almeno quattro anni per dare i primi benefici. Nelle nostre possibilità, non ci stancheremo di sollecitare l’inizio del piano di recupero così come cercheremo di sollecitare miglioramenti più rapidi, anche se probabilmente marginali.

 

Attività ludiche e comunitarie

Se possibile, continueremo l’attività di supporto alle mele per l’AISM, così come cercheremo di effettuare la terza edizione di Libri & Torte, tempo atmosferico permettendo (l’ultima volta è stato inclemente).

L’addobbo dell’Albero di Natale nella Piazzetta di via Nosate resta un punto fermo.

 

Attività culturali

L’opportunità del Roma Best Practices Awards, che ci ha dato ben due riconoscimenti, di cui uno con premio, resta un’opportunità da tenere presente anche per il prossimo anno. Perciò, nel valutare le iniziative da intraprendere, dovremo tener conto del loro potenziale di inserimento nel BPA.

Per esempio, potremmo attivare l’dea che avevamo avuta di una attività di rappresentazione del nostro quartiere, magari con una mostra fotografica, oppure potremmo cercare di realizzare l’idea di un progetto “Ama per la scuola” (attività di formazione sulla raccolta differenziata) in collaborazione con la Scuola Elementare, AMA e il Municipio.

 

Acquisizione pubblica del parco di via Nosate

Il tema delle acquisizioni, da parte del Comune di Roma, delle aree verdi realizzate dai costruttori rientra nella più ampia problematica della gestione, cura ed affidamento di tutte le aree verdi del Municipio 14, che ne sta ancora redigendo l’elenco. Seguiremo l’evoluzione dell’elenco e ci accerteremo che comprenda anche le aree verdi di Nosate.

 

 

 

 

Statistiche sito

Utenti registrati
87
Articoli
287
Web Links
53