Seguiamo il Progetto Piazza Grezzago

on . Postato in Progetto Piazza Grezzago

In Commissione Ambiente e decoro urbano si riparla del tema

Il 28 febbraio 2018, grazie a Silvia, membro del Consiglio Direttivo del Comitato Selva Candida, siamo stati presenti alla Commissione “Qualità della vita: Mobilità, Ambiente e Decoro Urbano” del Municipio XIV, con il seguente Ordine del Giorno:

·       Car sharing: piano di sviluppo nel Municipio XIV per l'anno 2018;

·       Mobilità elettrica: individuazione aree per la realizzazione di stazioni di ricarica per veicoli elettrici;

·       Area verde di via Nosate/Grezzago.

Non è la prima volta che la Commissione “Qualità della vita” (grazie all’encomiabile impegno del presidente De Laurentiis) tratta l’argomento dell’area verde di via Nosate/Grezzago, che il Comitato tiene costantemente all’attenzione delle Istituzioni con lettere e mail pec, rendendone partecipi i cittadini.

 Abbiamo recentemente evidenziato, infatti, che l’area presenta i seguenti tre aspetti di osservazione/discussione:

1.     Si tratta di un’ampia area verde, incolta, abbandonata e ricettacolo di rifiuti, nonché sede di parcheggio caotico

2.     Il Comune di Roma, ancora lo scorso novembre, ha nuovamente inserito l’area nell’elenco delle aree destinabili ad “isola ecologica AMA”, nonostante il parere contrario nettamente espresso dalla Commissione “Qualità della vita” del nostro Municipio

3.     Per la riqualificazione dell’area, la ACRU “Nuova Periferia” ha prodotto il progetto di una piazza, con area giochi ed area fitness. Tale progetto è attualmente presso il PAU (Dipartimento di Programmazione ed Attuazione Urbanistica del Comune di Roma) che ha chiesto il parere del Municipio XIV. Ripercorriamone gli eventi:

a.     Il 21 febbraio 2014, nel corso di un’Assemblea pubblica organizzata dal nostro Comitato, il Municipio XIV annuncia la realizzazione della piazza

b.    Il 5 marzo 2014 l’Unione Borgate e il Consorzio di Recupero Urbano Nuova Periferia con i suoi progettisti effettuano un primo sopralluogo

b.    Il 9 giugno 2014 (Prot. 55973) il Municipio risponde ad una nostra richiesta e ci parla della stesura del progetto con successivo inizio del Processo Partecipativo

c.      17 marzo 2015 Presentazione del progetto preliminare ai cittadini

d.     Il 8 giugno 2015 il Municipio XIV, con Assemblea Pubblica presenta ufficialmente ai cittadini il Progetto Preliminare della Piazza, datato 14/05/2015

e.     27 febbraio 2016 l’opera viene inserita nel documento unico di programmazione 2016-2018 del Comune di Roma Capitale

f.      13 dicembre 2016 il Consigliere Alessio Cecera e dall’ex Presidente della Commissione LL.PP. Luciano Bravi hanno organizzato un ulteriore incontro con i cittadini, presente il Presidente dell’ACRU sig. Luzi, che prevedeva di presentare il Progetto Definitivo a gennaio 2017 

Veniamo a quanto emerso al proposito di quest’area durante la Commissione del 28 febbraio u.s., sapendo:

·       che in occasione della precedente Commissione il Presidente De Laurentiis aveva distribuito ai commissari il progetto completo della piazza
·       che scopo della Commissione odierna è un confronto sul progetto per evidenziare eventuali criticità
·       che nella prossima Commissione saranno chieste delucidazioni al presidente della ACRU che realizzerà la piazza e al progettista
·       che solo dopo aver compiuto tutti questi approfondimenti il Municipio terrà un Consiglio per redigere la risposta da fornire al PAU. 

Sono pertanto emerse le seguenti osservazioni

·       perplessità sull'eccessivo costo imputato alla fornitura di piante. Si ipotizza di rivedere questa voce e destinare i soldi risparmiati per fare altre cose sempre sulla piazza, in accordo con la cittadinanza. Si ipotizza anche l’installazione, nell'area parcheggio, di almeno una stazione di ricarica per veicoli elettrici

  • richiesta di fare un incontro con i cittadini in modo che questa consigliatura apprenda le necessità del territorio (le ACRU dovrebbero fare lavori di urbanizzazione di primo livello, mentre In zona a via Ponderano manca la luce e non ci sono scuole)
  • chiedere informazioni su tutti gli arredi (tenere conto del fatto che potrebbero essere vandalizzati; sceglierli con criterio)
  • proposta di eliminare l'area fitness (anche essa possibile bersaglio di vandali) e di destinare quell'area ad una struttura removibile da dare in comodato d'uso gratuito ad associazioni e comitati di zona per le proprie attività
  • proposta di realizzare il parco giochi con attrezzature anche inclusive (per bambini speciali con problemi).

 

In merito alle suddette osservazioni riteniamo opportuno esprimere le seguenti considerazioni:

1.     Perché riparlare con i cittadini del progetto? Gli incontri sul tema ci sono stati ed i suggerimenti dei cittadini sono stati forniti. Ritornare da capo significherebbe allungare ulteriormente i tempi di una vicenda iniziata nel 2014

2.     Il timore del vandalismo non può condurre ad "eliminare servizi" per non avere problemi: bisogna piuttosto pensare a come evitare che ciò avvenga

3.     Una proposta del Comitato, in sede di discussione del Progetto Preliminare, fu di allestire nell’area una struttura per le Associazioni, ma ci fu risposto che sull’area non era prevista alcuna cubatura né sarebbe stato possibile dotare la struttura di servizi igienici non potendosi realizzare scarichi di acque nere

4.     In merito alla revisione dei costi (la Commissione ha messo in evidenza il costo delle alberature) oppure alla migliore dotazione dell’area giochi affinché sia inclusiva, se ne può discutere nella fase finale della progettazione, dopo aver acquisito le considerazioni emerse dalla Conferenza dei Servizi. Anche questo passaggio, ricordiamolo, ha sempre tempi lunghi!

Statistiche sito

Utenti registrati
87
Articoli
276
Web Links
53