Progettazione Casa del Municipio XIV

Scritto da Luigi Cattivelli on . Postato in WEB - COMUNICAZIONE - RAPPORTI CON ALTRI COMITATI

Il Comitato Selva Candida risponde all'invito ad inviare contributi in merito alla  proposta  progettuale Casa del Municipio XIV

[PEC inviata il  20.02.2018]

All’attenzione dei signori:

Alessandro Volpi

Presidente della Commissione Partecipazione e Innovazione del Territorio – Municipio XIV –  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Monica Ruffa

Vice Presidente e Assessore alla Trasparenza e Partecipazione – Municipio XIV –  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

e p.c. 

Alfredo Campagna

Presidente Municipio XIV –  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Flavia Marzano

Assessore alla Trasparenza – Comune di Roma Capitale –  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Casa della Città

Comune di Roma Capitale -  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Oggetto:

Osservazioni, suggerimenti e proposte di modifica al Progetto “Casa del Municipio XIV” 


Abbiamo letto con attenzione la Bozza del Progetto “Casa del Municipio XIV” presente sul sito del Comune di Roma e vi comunichiamo le nostre deduzioni.

Riteniamo necessaria, prima di addentrarci nel testo, una considerazione generale in merito alla “platea” che dovrebbe costituire l’Assemblea Partecipativa. Si tratta di un organo molto importante, il cui scopo è quello di raccogliere, filtrare, amalgamare e sostenere le idee, necessità ed istanze dei cittadini. Si dice che l’invito ad essere parte dell’Assemblea Partecipativa sia rivolto genericamente ai “cittadini interessati”. In altre parole, una popolazione di quasi 200.000 persone:

 

a.    Dovrebbe venire a conoscenza di questa importante iniziativa del Municipio e delle date di incontro di volta in volta fissate. Come si assicurerebbe la necessaria diffusione dell’informazione?

b.    La partecipazione all’Assemblea presenterebbe un carattere di “fluidità” poiché le persone che di volta in volta parteciperebbero all’Assemblea sarebbero in numero e qualità di volta in volta diverso, pregiudicando “continuità” e costanza di discorso: la rappresentatività dei cittadini ne risulterebbe destrutturata, magmatica e, quindi, compromessa. 

c.    Non si parla di Associazioni né di Comitati di Quartiere. Il Municipio ritiene di annullare l’”Albo delle libere forme associative” dal Municipio stesso varato meno di un anno fa? 

Il Comitato Selva Candida ritiene che una forma “strutturata” di costituzione dell’Assemblea Partecipativa debba basarsi su Associazioni e CdQ più i cittadini di volta in volta interessati, magari migliorando i requisiti di iscrizione all’Albo, per evitare derive di attività partitica e/o elettorale.

Senza una rappresentanza dei Comitati e delle Associazioni del Municipio il progetto non può essere condiviso.

Abbiamo anche l’impressione che l’esclusione delle Associazioni e CdQ possa assumere un aspetto di incostituzionalità: non abbiamo la competenza per asserire ciò con sicurezza ma il Municipio può sicuramente avvalersi dell’Avvocatura del Comune di Roma.

Passiamo ora alla bozza del “Progetto Casa del Municipio XIV”. 

Ÿ A pagina 1 si dice che “la Casa del Municipio deve agire in modo speculare alla Casa della Città di Roma Capitale”. Ci si domanda se anche la Casa della Città sia oggetto di riorganizzazione oppure se debba tornare a rispondere agli indirizzi del proprio regolamento. Ciò perché l’impressione è che finora la Casa della Città non abbia risposto esattamente agli scopi inizialmente delineati. Ci si domanda inoltre come la Casa del Municipio e la Casa della Città interagiranno fra loro. 

ŸGruppo di Coordinamento - Si dice che al Gruppo di Coordinamento dovrebbe partecipare un solo delegato dei Coordinatori Civici, in rappresentanza cioè di tutti i cittadini che compongono l’Assemblea Partecipativa. Riteniamo che un solo delegato sia poco poiché non riuscirebbe ad avere “peso” nella discussione con gli altri otto membri del Gruppo di Coordinamento, tutti esponenti dell’Istituzione. Dovrebbero essere come minimo due.

Inoltre, considerata la conformazione del territorio del Municipio XIV, sarebbe opportuno prevedere un Delegato per le aree “entro GRA” ed uno per le aree “fuori GRA”.

ŸAssemblea Partecipativa – Argomento trattato all’inizio.

Ÿ Coordinatore Civico – Pensiamo che i Coordinatori eletti debbano decadere automaticamente nel caso che si candidino ad elezioni politiche oppure utilizzino il proprio ruolo a fini di esplicita propaganda politica, per sé o per altri.


Con i migliori saluti
Luigi Cattivelli
Comitato Selva Candida
Presidente 

 

 

Statistiche sito

Utenti registrati
87
Articoli
288
Web Links
53