In piazzetta con un caffè e un panettone

Scritto da Comitato Selva Candida on . Postato in Natale 2017

DOMENICA 10 DICEMBRE a partire dalle ore 11

Il Comitato Selva Candida nacque, nel 2014, in via Nosate e perciò per il quarto anno riproponiamo l'iniziativa dell'addobbo dell'Albero natalizio in piazzetta.

Via Nosate è una bella area tranquilla ed appartata che sfocia in via Selva Candida, di cui soffre tutti i problemi: viabilità, pericolosità, trasporti pubblici, rifiuti, eccetera. Il Comitato cerca di occuparsi di queste problematiche, a cominciare dal progetto di recupero urbano cosiddetto CMB al quale è legata la viabilità della zona e per il quale dovrebbe essere programmata entro dicembre una nuova assemblea pubblica.

Chi ci segue sui social è al corrente del nostro operato e tutti auspichiamo che il Comitato produca soluzioni e risultati. Ma anche sappiamo che senza un lavoro paziente, costante e serio nessun risultato arriva: ci vuole tempo.

Ora è dicembre ed è tempo di immergersi nel clima natalizio, di augurarci il bene reciproco e ravvivare la speranza che qualche risultato ci aiuti a vivere meglio a Selva Candida.

Vi aspettiamo in piazzetta con un caffè e un panettone Domenica 10 dicembre, a partire dalle ore 11.

Il Direttivo
Luigi, Ida, Silvia, Fabio, Roberta, Patrizia, Giuseppe, Manlio e Massimiliano

Allegati:
Scarica questo file (locandina_Natale2017.pdf)locandina_Natale2017.pdf[ ]1081 kB

Sicurezza via di Selva Candida: inviato esposto al Comune di Roma

Scritto da Luigi Cattivelli on . Postato in TRASPORTI, URBANISTICA, SICUREZZA STRADALE



All’attenzione dei sigg.:

Virginia Raggi

Sindaca del Comune di Roma Capitale

Diego Porta

Comandante generale del Corpo di Polizia di Roma Capitale

 e p.c.

Alfredo Campagna

Presidente del Municipio XIV


Il sottoscritto Luigi Cattivelli, nato/a ----------, residente in Roma (RM) ---------, e-mail  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , in qualità di Presidente del Comitato Selva Candida, codice fiscale 97792460582, con sede in via Nosate 64, Roma,

ESPONE QUANTO SEGUE

Il presente atto ha la finalità di porre all'attenzione della Sindaca del Comune di Roma Capitale e del Comandante generale della Polizia di Roma Capitale lo stato di pericolosità per il transito pedonale e ciclabile, nonché veicolare, della via di Selva Candida, Roma, affinché gli organi competenti possano eseguire gli opportuni accertamenti. Questa la descrizione dei fatti:

È dal 2014 che il Comitato ha più volte segnalato al Municipio XIV ed alla Polizia Municipale l’elevata pericolosità di via di Selva Candida:

·      priva di segnaletica e sorveglianza valide alla limitazione della velocità dei veicoli ed all’eliminazione della sosta irregolare,

·      priva di marciapiedi su entrambi i lati,

·      con fermate bus a filo di carreggiata,

·      con illuminazione spesso coperta da vegetazione.

Si allegano i documenti elencati in calce.

In merito alle fermate bus a filo di carreggiata, è dal 2015 che la proprietà dell’Hotel Selva Candida si è resa disponibile per la realizzazione di un marciapiede a lato dell’accesso all’Hotel per rendere più sicura la fermata “Selva Candida/Basaluzzo” (in direzione di via di Riserva Grande). Nulla finora è stato possibile realizzare.

Dai molti rappresentanti delle Istituzioni incontrati finora (Presidenti pro tempore del Municipio XIV, Assessori del Municipio XIV, esponenti del corpo della Polizia Metropolitana di Roma Capitale) sono emerse spiegazioni verbali che, in sintesi, ci dicono che la strada non offre i requisiti richiesti dalla più recente normativa per realizzare le fermate bus. Ma la normativa non può prescindere dalla realtà o semplicemente ignorarla: sta alle istituzioni individuare le soluzioni che garantiscano un minimo di sicurezza ai cittadini.

Per tutto quanto sopra esposto e motivato, il sottoscritto Luigi Cattivelli, in qualità di Presidente del Comitato Selva Candida, così come sopra identificato

CHIEDE

che la Sindaca di Roma Capitale ed il Comandante generale della Polizia di Roma Capitale vogliano disporre gli opportuni accertamenti in ordine ai fatti così come esposti in narrativa, valutando gli interventi necessari per ridurre sensibilmente detto stato di pericolosità.

Chiede, in particolare, che siano poste in essere le seguenti misure minime:

·         esecuzione di strisce per attraversamento pedonale in corrispondenza di

o   via Nosate (tra l’angolo di via Nosate ed il distributore di benzina)

o   via Rita Rosani

con segnalazione luminosa

·         segnalazioni di curva pericolosa: si tratta della curva dal civico 311 a via Incannamorte

·         esecuzione di bande rumorose alle entrate della suddetta curva

·         potatura degli alberi pericolosi, come da censimento degli alberi del 2015 (vedi allegati)

·         pulizia seria dei bordi di via di Selva Candida, con eliminazione dei detriti lasciati dagli interventi di manutenzione del manto stradale / buche, nonché eliminazione della vegetazione spontanea e dei rifiuti che contribuiscono a restringere ulteriormente le carreggiate.

Il sottoscritto chiede di essere informato delle valutazioni che scaturiranno dal presente esposto e delle soluzioni che saranno adottate. Con osservanza.

Roma, 01 dicembre 2017

Luigi Cattivelli 

Piazza Grezzago

Scritto da Comitato Selva Candida on . Postato in DECORO URBANO - VERDE PUBBLICO

 UN PROGETTO E LA REALTÀ

Piazza Grezzago si affaccia su Via di Selva Candida, è un’area che si inserisce in un contesto residenziale; intorno vi ruotano attività commerciali, servizi sanitari, di trasporto pubblico, di ristorazione.

Su di essa è in cammino l’iter per la realizzazione di una piazza che andrebbe a definirla come area e a legarla a questo contesto costruito; rappresenterebbe un respiro per via di Selva Candida, una centralità in una via così complessa.

È un assioma che, ogni opera che permette l’utilizzo civile di un luogo è un bene per i cittadini e un successo per chi amministra il processo; quindi ci auguriamo che l’iter iniziato si acceleri affiché a questo lembo di terra sia dato il proprio ruolo. 

MA OGGI COS’È QUEST’AREA?

Oggi Piazza Grezzago è un fazzoletto di terra invaso da arbusti alti e canneti dove il “degrado umano” si manifesta in una delle sue tante forme: l’abbandono di rifiuti ingombranti e non. 

Numerose volte e in numerose sedi il Comitato Selva Candida ha segnalato tale stato. 

Molte sono state le richieste di intervento ad Ama che puntualmente ha rimosso i cumuli di rifiuti e che costantemente continuano ad essere abbandonati ai bordi dell’area.

È evidente, e bene il fenomeno è conosciuto da chi si occupa di sociologia urbana, che, dove esiste “degrado urbano” il “degrado umano” emerge e si educa in forme più pericolose; nella nostra  “Piazza” altri rifiuti vengono, in maniera strategica, allocati all’interno dell’area, nascosti dai canneti e dalla vegetazione ormai alti.

Innumerevoli volte è stato chiesto dal Comitato lo sfalcio ordinario che ogni anno veniva regolarmente eseguito; a nulla sono valse la segnalazione al Prefetto di quest’estate per il grave rischio incendio e la comunicazione di quest’ultimo al Dipartimento Ambiente.

La mancanza di interventi ordinari (il semplice sfalcio) ha portato l’area in condizioni non tollerabili; dei rifiuti nascosti all’interno se ne ignora la pericolosità; esiste reato di abbandono di rifiuti, danno ambientale ma a questo punto le responsabilità di chi sono?

Intanto i bambini la mattina aspettano lo scuolabus ai bordi di “Piazza Grezzago” e camminare sui marciapiedi che la costeggiano per andare dal medico incute qualche timore.

Guarda le foto...

 

Allegati:
Scarica questo file (FotoAreaGrezzago_ottobre2017.pdf)FotoAreaGrezzago_ottobre2017.pdf[ ]6075 kB

Selva Candida: rifiuti e pulizia

Scritto da Comitato Selva Candida on . Postato in DECORO URBANO - VERDE PUBBLICO

Il giorno 19 ottobre scorso il Presidente del Comitato Selva Candida ha incontrato l’Assessore Valeria Pulieri del nostro Municipio XIV, presente anche il signor Feliciotti di AMA.

 Segue una breve sintesi degli argomenti trattati. 

Selva Candida: rifiuti e puliziaVia Grezzago. La via Grezzago è uno dei luoghi più critici del nostro circondario per l’abbandono dei rifiuti, insieme con via Calliano ed il parcheggio di via Calò. L’abbandono in via Grezzago, vuoi alle spalle della fermata ATAC “E Rosso”, vuoi lungo il lato dei civici 12 e 2, è favorito dalla folta sterpaglia che ricopre tutta l’area verde ed il marciapiede giungendo ad ingombrare la carreggiata. In parole povere, l’area verde compresa fra le vie Grezzago, Nosate e Selva Candida è una vera e propria discarica.

A parte la solita e periodica richiesta di intervento di raccolta straordinaria, il Comitato ha rinnovato la domanda di installazione di telecamere di sorveglianza. A questo proposito l’Assessore Pulieri ha informato che il Comune sta approntando un regolamento da porre all’approvazione dell’Assemblea Capitolina. Tale regolamento dovrà recepire le modifiche alla legge sulla “privacy” in discussione al Parlamento. Speriamo che la “privacy” cessi di essere il solito alibi per negare interventi per il controllo dei cattivi comportamenti.

Sempre in relazione a via Grezzago, il Comitato ha segnalato il parziale intervento di diserbo dei marciapiedi eseguito qualche tempo fa da Roma Multiservizi, che ha ripulito il tratto di via Nosate da via Selva Candida alla Farmacia, tralasciando il resto di via Nosate e tutta via Grezzago.

Statistiche sito

Utenti registrati
87
Articoli
241
Web Links
53