Convocazione Assemblea Straordinaria dei Soci

Scritto da Comitato Selva Candida on . Postato in SPECIALE SOCI

del Comitato Selva Candida

L’Assemblea Straordinaria dei Soci del Comitato Selva Candida è convocata per il giorno sabato 1 dicembre 2018, alle ore 18.00, presso l’Hotel Selva Candida, in via Selva Candida n. 200, con il seguente Ordine del Giorno:

·         Dimissioni del Presidente
·         Scioglimento del Comitato
·         Destinazione delle risorse economiche residue.

Si è infatti verificata la situazione che, avendo il Presidente annunciato di non poter continuare a svolgere la propria funzione, per motivi strettamente personali, nessun altro membro del Direttivo si ritiene in condizioni di assumere detta carica. Se nessun altro socio si propone di presentarsi per fare parte del Direttivo e poi assumere il ruolo di Presidente, il Comitato non è in condizioni di funzionare.

Si ricorda che:

a)      Lo scioglimento anticipato del Comitato deve essere deliberato con il voto favorevole di almeno tre quarti dei soci in regola con il pagamento delle quote

b)      Ogni socio ha diritto ad un voto. I soci possono farsi rappresentare, mediante delega scritta, da altro socio. Ogni socio può ricevere al massimo una delega.

Alla luce di quanto previsto dallo Statuto e sopra riportato, si chiede ai Soci di fare il possibile per essere presenti.

Piano di Recupero Urbano Selva Candida

on . Postato in PRU-cmb

I COMITATI DI QUARTIERE CHIEDONO INFORMAZIONI ALL'ASSESSORE LUCA MONTUORI


A:

Arch. Luca Montuori

Assessore Urbanistica e Infrastrutture – Roma Capitale

E pc:

Avv. Virginia Raggi
Sig. Alfredo Campagna
Arch. Donatella Iorio
Geom. Mauro Pizzuti

Gabinetto del Sindaco di Roma Capitale
Presidente Municipio XIV – Roma Capitale
Presidente Commissione VIII – Urbanistica – Roma Capitale
Dipartimento PAU – Roma Capitale

Egregio Assessore Montuori,

il 23 gennaio scorso si tenne la seconda, e conclusiva, Assemblea Partecipativa dedicata al Piano di Recupero Urbano privato "Selva Candida".

In tale contesto lei ricordava che il passo successivo sarebbe stato l’approvazione in delibera dell’Assemblea Capitolina con la presa d’atto e quindi l’adozione del Piano di Recupero. Tale passaggio fu definito indispensabile affinché potessero essere avviate quelle opere atte a garantire al quartiere l’accesso in maniera più agevole al GRA migliorando i collegamenti con Metro e Fl3, nonché opere necessarie a garantire la necessaria viabilità nel momento in cui sarebbe stato aperto il Centro Commerciale.  

L'Ing. Egiddi, presente nella stessa Assemblea Partecipativa, aveva affermato che entro l’estate si sarebbe andati in Assemblea Capitolina per l’adozione del Piano di Recupero.

Inoltre, l'ufficio stampa del Comune di Roma Capitale aveva riportato una sua dichiarazione a commento della conclusione del Processo Partecipativo. Tale sua dichiarazione ci aveva rassicurati sul reale inizio, dopo dieci anni di discorsi e promesse, del processo realizzativo di detto Piano di Recupero Urbano:

“Un risultato raggiunto grazie a una stretta collaborazione tra uffici, Amministrazione nel suo insieme e cittadini”, commenta l’assessore Montuori. “Un quadrante importante della città che da troppo tempo attende un miglioramento della viabilità e delle infrastrutture; e che finalmente potrà vederne la realizzazione attraverso il controllo e il monitoraggio delle diverse fasi di cantierizzazione. Sarà assolutamente fondamentale, come evidenziato dagli stessi residenti, un lavoro di coordinamento delle opere funzionali alla mobilità, durante le quali sarà garantito il dialogo con il territorio e i suoi cittadini”.

https://www.comune.roma.it/pcr/it/newsview.page?contentId=NEW1925929 

Ora siamo in autunno e del progetto non si è più parlato né, per quanto ne sappiamo, il tema è stato trattato dall'Assemblea Capitolina.

Le chiediamo cortesemente notizie in merito e ci affidiamo alla sua attenzione affinché il progetto non cada nuovamente nel dimenticatoio.

Con i migliori saluti 

Comitato Selva Candida

CdQ Nuove Alleanze Roma Nord Ovest

CdQ Oasi Riserva Grande

Comitato Valle Santa

Comitato Futuro Ponderano

Il Presidente
Luigi Cattivelli

Il Presidente
Andrea Cangialosi

Il Presidente
Anna Amato

Il Presidente
Valentina Moscatelli

Il Presidente
Ivo D’Antoni

 [PEC inviata il 12 ottobre 2018]

Inadeguatezza AMA - Invasione di vermi

Scritto da Luigi Cattivelli on . Postato in DECORO URBANO - VERDE PUBBLICO

A Selva Candida mancato ritiro della spazzatura indifferenziata - Inviata Pec [23.09.2018] al Presidente del Municipio XIV Alfredo Campagna

Inadeguatezza AMA - Invasione

Alla cortese attenzione del Presidente del Municipio XIV.

Egregio Presidente, quello che segue è un messaggio WhatApp inviato "per immediatezza" di comunicazione al sig. Paolo De Laurentiis, Presidente della Commissione Ambiente e Qualità della vita.

Le chiedo di dedicare la sua attenzione a questi gravi problemi ed alla richiesta di Assemblea Partecipativa.

Grazie e distinti saluti
Luigi Cattivelli
Presidente Comitato Selva Candida

*********************

«La situazione è veramente grave. Sono giorni che AMA non ritira i “materiali non riciclabili”. Sono state inviate numerose segnalazioni ad AMA (con tanto di protocollo), alla Polizia Metropolitana (che replica essere “non competente”). Si è tentato con ASL, ma non risponde. 

Un condominio lamenta un’invasione di vermi che fuoriesce dai bidoncini dei materiali “non riciclabili”. 

Il capozona di AMA risponde “che non gli consegnano i mezzi riparati e ne escono 4 su 14”. 

Come puoi immaginare, i cittadini sono “molto arrabbiati”.

Sono consapevole che alcuni (molti?) cittadini non rispettano i “canoni” della differenziata e quindi gettano materiali putrescibili tra i materiali non riciclabili, ma questo non giustifica assolutamente AMA per la sua inefficienza e la sua latitanza.

Questo mio messaggio chiede due cose:
1) il ripristino del servizio AMA, che tutti noi paghiamo (e se qualcuno evade, che AMA lo rintracci);

2) urgenti Assemblee Partecipative in cui i cittadini possano incontrare il Comune e insieme definire i requisiti del servizio richiesto e pagato ad AMA: ricordiamoci che il 31 dicembre il contratto scade. È già tardi.»

Assumersi un impegno coincide con il compito di un amministratore pubblico

Scritto da Direttivo Comitato Selva Candida on . Postato in 2018_16settembre

Assemblea pubblica del 16 settembre 2018 sull’Area Verde di via Grezzago

Un'Assemblea pubblica è il momento in cui si esprime al meglio il principio democratico del confronto tra le Istituzioni di un territorio e suoi cittadini.
Ed è sempre apprezzabile quando gli amministratori pubblici accettano l'invito dei cittadini a prendervi parte. 

Tema della discussione: il progetto Piazza Grezzago

L'Assemblea pubblica del 16 settembre scorso è stata richiesta dal Comitato Selva Candida, in occasione delle altre iniziative messe in campo dal Municipio XIV per la Settimana Europea della Mobilità, ed aveva un unico tema di discussione: il Progetto di Piazza Grezzago, presentato dall'ACRU Nuova Periferia al Municipio XIV nel lontano giugno 2014. Per approfondire.

Il progetto, pensato in un contesto di "città consolidata", è a scomputo degli oneri di urbanizzazione versati dagli aderenti all'ACRU ed è stato acquisito dal Dipartimento Programmazione Urbanistica del Comune di Roma (PAU) che, il 23 ottobre 2017, ha formalmente richiesto al Municipio XIV un  parere circa la "necessità e la priorità dell'opera in relazione alle esigenze del territorio" al fine di "poter proseguire con l'iter istruttorio". Lettera del PAU. 

I rappresentanti del Municipio XIV presenti

Normalmente i nomi degli amministratori pubblici presenti alle assemblee sono comunicati con anticipo per una questione di correttezza istituzionale: questa volta non è stato così.

All'ora stabilita, l'Assemblea è stata aperta dall'Assessore alla partecipazione del Municipio XIV Monica Ruffa, la quale ha portato il saluto della Giunta ed ha ricordato che il presidente Alfredo Campagna era stato presente sull'area verde di via Grezzago il giorno prima in occasione del CleanUp Day organizzato dal Municipio, per tagliare l'erba insieme ad altri cittadini. Per quanto possa risultare apprezzabile tale impegno personale del Presidente del nostro Municipio, rimaniamo convinti che gli amministratori siano chiamati ad essere tali ed avremmo preferito poter discutere anche con lui del Progetto a tema nell'Assemblea pubblica.

A parlare del Progetto "Piazza Grezzago" è stato delegato il Presidente della Commissione Qualità della vita Paolo De Laurentiis. 

Modifiche al Progetto

Il Presidente De Laurentiis, più volte in questi oltre due anni di mandato amministrativo, ha dedicato i lavori della Commissione da lui presieduta alla discussione del progetto, fino ad arrivare alla decisione di voler apportare delle modifiche, come l'installazione di colonnine per il rifornimento di auto elettriche e l'inserimento nel parco giochi anche di attrezzature adatte ai bambini diversamente abili.

Tali decisioni il presidente De Laurentiis ha voluto condividere nel contesto dell'Assemblea, ma senza ricordare ai presenti quali fossero gli elementi originari del progetto, prima di procedere alla definitiva approvazione del progetto in Commissione.

Una Piazza o un’Isola Ecologica?

Durante l'incontro è stato chiesto al presidente De Laurentiis se vi sia certezza che nell'area di via Grezzago prenda vita il progetto di una piazza e non quello di un’isola ecologica, così come previsto nella delibera del Commissario straordinario Tronca del 2016. De Laurentiis ha rassicurato che tale possibilità è stata esclusa dalla sua Commissione. Sappiamo tuttavia che quanto deciso nella Commissione Qualità della vita conserva un valore consultivo e non deliberativo poiché non vi è stata la necessaria discussione e relativa votazione all'interno del Consiglio municipale. 

Il non impegno

Alla domanda concreta: quando ci sarà il passaggio della decisione in Consiglio municipale e quando si risponderà al PAU  per dare il via al processo istruttorio della piazza e per modificare, una volta per tutte, la designazione a potenziale “isola ecologica” dell’area verde che il Comune di Roma non ha mai formalmente smentito, si è però aperto un dibattito molto acceso poiché De Laurentiis ha sostenuto di non voler fare promesse e di non poter prendere impegni perché in campo amministrativo non si possono valutare i tempi dipendendo questi certamente da organi politici, ma anche da strutture in cui i processi burocratici - a suo dire - non sono controllabili. 

La richiesta del Comitato Selva Candida

Il Comitato Selva Candida, nella consapevolezza che per chi si occupa della cosa pubblica assumersi un impegno coincide con il proprio dovere di amministratore, ringrazia coloro che hanno rappresentato le Istituzioni del Municipio XIV in assemblea e rivolge loro l'invito a prendere l'impegno con tempi certi per dar corso all'iter di approvazione e realizzazione  della Piazza sulla grande area verde di Grezzago, oggi abbandonata al degrado.

Direttivo Comitato Selva Candida

Statistiche sito

Utenti registrati
87
Articoli
287
Web Links
53